Urania Ligustica

Industria e astronautica

I binocoli San Giorgio

Industria e astronautica


Premessa Storia Telemetri Telescopi Binocoli Periscopi  
Fotocamere Microscopi Altri prodotti Pubblicità Collaboratori e concorrenti Saggistica Documenti




Nome, ingrandimenti e
∅ obbiettivi (mm)
Matricole documentate
(anno)
Illustrazioni
nel seguito?
Galileiani
CLIOR 2,5x24 [da teatro]515292
515751
Figura 1
Figura 2
IREOS 3x25202835 Figura 3
[Militare] 5x42377 (ante 1915) Figura 4
Prismatici
ALFA 8x[30?](1915/18?) Figura 5
ESALMIN 6x2478231 Figura 6
OCTALMIN [8x24?]1No
R. ESERCITO ITALIANO 6x3011349/87718 (1939) 2
12751/85084 (1939)
14563/86963 (1939) 3
22441/103525 (1939) 4
Ignota (1943)
Figura 7
ESERCITO ITALIANO 6x30Ignota (1949)
20058/506517 (1949)
Figura 8
Figura 9
ESA 6x3055627 5
55700 6
56223 7
57453 8
58291 9
58020
15703/160705
15632/160383 10
Figura 10
ESAR 6x30188329 Figura 11
ESALDO 6x30No
R. ESERCITO ITALIANO 8x3064539 11
71994 (1937)
No
LATAOCTA 8x3054339
66580 (1936/39?) 12
Figura 12
LATAOCTAR 8x3054265 13No
MEGA 8,5x30508755
508984
Figura 13
Figura 14
ESALUX 6x401475 Figura 15
LATALUXER 8x40? Figura 16
LUGENICO 7x50Ignota
Ignota
500145 14
Figura 17
Figura 18
Usi particolari
Per stazioni fotoelettriche 7x50149332 Figura 19
ASTRAMAR 12-20-40x80? Figura 20
Rielaborazione originale in B&N da fonte esterna
Binocolo Astramar (circa 1940) Link esterno Cloudy Nights

Rielaborazione originale in B&N da fonte esterna
Binocoli (1936) Link esterno OPAC SBN



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 1 – Binocolo galileiano da teatro CLIOR 2,5x24 15



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 2 – Binocolo galileiano da teatro CLIOR 2,5x24 16



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 3 – Binocolo galileiano IREOS 3x25 17



Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 4 – Binocolo galileiano militare 5x42 18



Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 5 – Binocolo prismatico ALFA 8x[30?] 19



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 6 – Binocolo prismatico ESALMIN 6x24 20



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 7 – Binocolo prismatico Regio Esercito Italiano 6x30 fabbricato nel 1939 21



Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 8 – Binocolo prismatico Esercito Italiano 6x30 fabbricato nel 1949
(regolazione diottrica per entrambi gli oculari)
22



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 9 – Binocolo prismatico Esercito Italiano 6x30 fabbricato nel 1949
(regolazione diottrica per il solo oculare destro)
23



Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 10 – Binocolo prismatico ESA 6x30 24



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 11 – Binocolo prismatico ESAR 6x30 25



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 12 – Binocolo prismatico LATAOCTA 8x30 26



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 13 – Binocolo prismatico MEGA 8,5x30 27



Immagine originale Immagine originale
Immagine originale Immagine originale
Immagine originale Immagine originale
Immagine originale Immagine originale

Figura 14 – Binocolo prismatico MEGA 8,5x30 28



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 15 – Binocolo prismatico ESALUX 6x40 29



Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 16 – Binocolo prismatico LATALUXER 8X40 30



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 17 – Binocolo prismatico LUGENICO 7x50 fabbricato dopo il 1945 31



Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 18 – Binocolo prismatico LUGENICO 7x50 fabbricato dopo il 1945 32



Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna
Elaborazione originale da fonte esterna Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 19 – Binocolo per stazioni fotoelettriche 7x50 33



Elaborazione originale da fonte esterna

Figura 20 – Binocolo ASTRAMAR 12-20-40x80 fabbricato dopo il 1945 34




1 "Nella mostra del binocolo oltre all'esposizione dei principali tipi di binocolo prodotti dalla SAN GIORGIO, dal piccolo OCTALMIN...". IIIª Mostra Nazionale di Strumenti Ottici. Anno XIV. Firenze, XXIV Maggio-XIV Giugno (Firenze, Stab. Tip. già Chiari Succ. Carlo Mori, 1936), p. 20. Per ulteriori informazioni su questo fascicolo → Documenti 1.

2 "Das alte original italienische Militär Fernglas stammt aus der Zeit des 2. Weltkrieg! Das Fernglas ist gestempelt mit: 6x30 / 140 San Giorgio Genova - Sestri R. Esercito Italiano 1939 - XVII! Auf der Unterseite ist es gestempelt mit der Nummer Ma 11349 und 87718 [errata stampigliatura? leggasi 84718?]. Das Fernglas hat eine Länge von ca. 11,2 cm und eine Breite von ca. 17,5 cm. Die Sicht durch das Fernglas zeigt eine waagerechte und eine senkrechte Skala. Es ist Staub im Inneren erkennbar. Die Umrandung des linken Objektives fehlt. Die Umrandung des rechten Objektives ist stellenweise eingedrückt. Die Beschichtung der beiden Griffe bröckelt etwas bzw. fehlt stellenweise. Die Umrandung des linken Okulares ist gebrochen. Das Gehäuse ist insgesamt etwas berieben und hat Gebrauchsspuren. Der Trageriemen ist abgerissen. Das Fernglas befindet sich in einem Köcher aus Leder. Er ist mit Gebrauchsspuren in einem guten Zustand. Fernglas und Köcher haben zusammen ein Gewicht von 1,2 kg". Apparso sul mercato (eBay) nel dicembre 2013.

3 "[...] Writing on binoculars reads: 'R. Esercito Italiano 1939 - XVII 6 x 30 140–oo'; 'San Giorgio Genova – Sestri'. On base it has two numbers on one side: M8 14563; other side: 86963. Lenses appear in good condition and working well. Rest has quite a bit of age wear: strap broken off on one 1 side; black material covering up the metal is broken off around one side of binoculars [...]" Link esterno WorthPoint Corporation da asta eBay luglio 2012 (pagina consultata il 13/7/2014).

4 "This rare Italian Army 1939 San Giorgio 6x30 Genova-Sestri Military Binocular is in in very good condition considering its age. They are marked '6x30' '140' 'San Giorgio' 'Genova-Sestri' on the left hand eyepiece plate and 'R. Esercito Italiano' (Royal Italian Army) and '1939 - XVII' on the right hand plate. The XVII indicates the 17th year of the fascistic government. They are stamped with the serial number(s) Ma 22441 and 103525. I'm not sure exactly what these indicate. The aluminium body work is in good shape, with rubbed paint and some abrasion on the raised areas consumate with use. The 'beauty rings' which screw over the objective lenses, are a bit dented as the images show. The leather type covering is starting to get dry and brittle, with a small section is cracked and missing, as shown in the last image. Overall I would describe them as well used but well looked after. The optics are well collimated and undamaged. There are no chips or prism damage at all as far as I can tell following a thorough inspection. There is no fungus present. There is some internal dust/haze and one or two small specks visible on the prisms (when viewing in reverse) but these do not affect the images too greatly, which are clear, crisp and very well corrected as you would expect from these well regarded binoculars. The eyepieces are focused individually, as is the norm with most military binoculars. A graduated (range finding?) reticlue is visible in the righteyepiece. The binoculars are complete with original leather strap, aluminium-framed leather eyepiece guard and fixings. These come complete with their original leather case, which is in very good overall condition. Apart from some of the stitching is coming away in a couple of places. It is really nice, with a lovely patina. Case is complete with original adjustable leather neck strap and features a leather belt-loop. Please see the detailed images provided to fully assess the condition. This binocular is scarce in any condition, as most were destroyed by the Italian Army at the end of the war [...]" Link esterno WorthPoint Corporation da asta eBay aprile 2012 (pagina consultata il 13/7/2014).

5 "WW2 Italian naval binoculars ESA 6X30. These binoculars were produced by San Giorgio Genoa Sestri for the Italian navy during WW2, a huge amount of these were destroyed by the Italian army after WW2 so they are rather hard to find. They are in fair condition, the lenses have some scratches which do not effect the vision but they are dirty and could do with a clean. The alloy casing has nicks here and there and as you can see in the pics have suffered some paint loss. Unfortunately I do not have their case nor their strap. Serial Number 55627. They measure 18cm at widest point, fully extended 10.5cm [...]" Link esterno WorthPoint Corporation da asta eBay aprile 2012 (pagina consultata il 13/7/2014).

6 "Manufacturer/Model: San Giorgio Genova-Sestri ESA 6X30. Field of View: Estimate 8.3 deg = 145 m/1,000 m; APFOV 49.8 deg. Weight: 560 gr. Exit Pupil: 5 mm. Serial #/Year of Manufacture: 55700 = Probably 1930’s.
Notes: Although not very well-known to collectors outside Italy, San Giorgio manufactured some very fine binoculars from WW I into the 1950's definitely on par with those being made by the leading manufacturers in Germany, England, the United States, and France.
The build quality of this binocular is very high. Its serial number and lack of anti-reflective coatings indicate manufacture before WW II, but the binocular which showed no signs of ever having been serviced still functioned perfectly other than a slight hazing of the prisms and interior lenses which cleaned easily. The prisms fit tightly in their bases and even after their removal and re-installation for cleaning the binocular retained perfect collimation with no deviations across IPD settings. It has a sophisticated optical design with ocular prisms which are asymmetrical and smaller than the objective ones to make the instrument more compact. As is the case with most 6X binoculars in good condition and manufactured by good makers, it gives an excellent view.
Some other San Giorgio binoculars are: 1) the revolving turret Astramar 12-20-40X80 made for the Italian Navy; 2) the ESAR 6X30, a center focus version of the ESA; 3) the Ligenico [Lugenico] 7X50, some of which were used by the Swedish military after 1945 [la notizia proviene da: R. Forslund, Swedish Military Binoculars. The Best Possible Binoculars (Leezen, 2009)]; 4) the Lataocta 8X30 and; 5) the 10 degrees wide-angle Mega 8.5X30" Link esterno Flickr (pagina consultata il 13/7/2014).

7 "[...] Genova-Sestri 6x30 ESA serial no 56223. I understand they were used by the italian navy in the war and apparently many were destroyed afterwards. They are in very good working order, but external condition is fair to good the main body covering is in very good condition, but please see photos. As you can see there is a strap and a leather top lens cover with g/s imprinted in it [...]" Link esterno WorthPoint Corporation da asta eBay aprile 2012 (pagina consultata il 13/7/2014).

8 "Die Gründung der Firma San Giorgio geht auf das Jahr 1905 zurück und begann mit der Herstellung von Automobilen. Erst Jahrzehnte später begann man mit der Fertigung von optischen Präzisionsgeräten wie Ferngläser, Entfernungsmesser und Stereo-Telemeter. Im WK II war San Giorgio ein wichtiger Lieferant für das italienische Heer und die Marine. Dieses Belegstück stammt aus der Zeit vor dem WK II, in etwa von Mitte der 30-er Jahre. Einschlägigen Internet Beiträgen zufolge wurde das Fernglas bei der italienischen Marine verwendet.
Der Modellname in der Ausführung mit Einzelokulareinstellung ist Esa. Die Version mit Mitteltrieb wird Esar genannt. Das Fernglas ist sehr hochwertig verarbeitet. Es verfügt über orthoskopische Okulare und achromatische Objekivlinsen. Orthoskopische Okulare haben vier Glas-Luft-Flächen und wurden hauptsächlich in astronomischen Optiken verbaut. Die Kenngröße ist 6x30. 6-facheVergrößerung mit 30 mm Objektive. Das Sehfeld beträgt 145m/1000m. Die Seriennummer ist 57453. Die Durchsicht durch das Fernglas.
Breite = 17,5 cm, Höhe = 11 cm, Gewicht = 560 g. An der Innenseite der Knickbrücke ist eine Fehlstelle bei der Belederung. Beidseitig geschmeidig leicht gängige Fokussierung. Exakt verstellbare Knickbrücke. Reine Optik im Inneren. Leichter Nebel, kein Schmutz, Pilz oder Glasbruch. Scharfe Durchsicht mit exakter Kollimation ohne Doppelblick. [... Link esterno] http://www.fernglasmuseum.at/". Apparso sul mercato (eBay) nell'agosto 2015.

9 "[...] Binoculars have some wear to paint from use. Difficult to make out writing on prism tops. Top left - San Giorgio Genova Sestria. Right - ESA / FSA? 6x30. Serial no. on underside 58291. Retains correct dark green leather neck strap and lens rain cover embossed SG. The Leather case is in matching dark green Leather - front embossed SG (San Giorgio)- some wear / rubbing at top edge. Some wear to shoulder strap but undamaged. Some wear to all Leather from use. IN USE - This binoculars are VERY dirty internally - almost tinted / smokey. May be some Fungus also [...]" Link esterno WorthPoint Corporation da asta eBay novembre 2013 (pagina consultata il 13/7/2014).

10 "[...] left cover plate stamped san giorgio. right cover plate stamped esa 6x30. bottom hinge bar stamped either side with 160383/ma15632. right hand side has graticule. clear to look through and generally in excellent condition. original leather case also in decent condition considering age [...]" Link esterno WorthPoint Corporation da asta eBay febbraio 2012 (pagina consultata il 13/7/2014).

11 "Top 8x30 Weitwinkel Dienstglas der ital. Armee, extrem elegante Bauart. Neu sandfarben lackiert, die Deckel mit Originalfarbe und Beschriftung. Optik mit Strichplatte rechts. Helle klare Durchsicht ohne Doppelbild. Prismen und Linsen heil, keine Trübung, kein Pilz, keine Chips. Die Objektivüberwürfe haben einige Dellen, sonst schöner Zustand". Apparso sul mercato (eBay) nel maggio 2014.

12 "Binocolo militare con reticolo di tiro. Dal numero seriale 66580 si dovrebbe risalire agli anni 1936-39. Binocolo in ottime condizioni estetiche e ottiche. Nonostante la mancanza di trattamento antiriflesso è luminoso e contrastato. Custodia originale San Giorgio [in cuoio] corazzata"; descrizione ottenuta riunendo quanto in Link esterno Flickr e Flickr (pagine consultate il 21/6/2014). Altre immagini e informazioni in Link esterno Flickr (pagina consultata il 21/6/2014). Il collezionista, Marco Bensi, ha smontato il binocolo per manutenerlo e verificato che i prismi hanno dimensioni maggiori di quelli usati in binocoli similari odierni: ciò aveva evidentemente lo scopo di raccogliere l'intero fascio di luce proveniente dagli obbiettivi. Immagine del reticolo al piano focale dell'oculare destro e informazioni in Link esterno Binocoli e telescopi (pagina consultata il 21/6/2014).

13 Apparso sul mercato (eBay) nel maggio 2014.

14 "[...] Italian Field binoculars with strap marked. San Giorgio - Genova-Sestri. Lugenico 7 x 50. 500145. These come in original leather case with strap" Link esterno WorthPoint Corporation da asta eBay luglio 2012 (pagina consultata il 13/7/2014).

15 Collezione privata. Il proprietario ha gentilmente fornito la descrizione che segue.
"Description des jumelles de théatre Clior 2,5 x 24 type Galilée / Fabricant San Giorgio Genova Sestri / Poids 78 grammes. Dimensions déploiement maximum L x l x h : 9,8 cm x 4,3 cm x 3 cm (diamètre des optiques). / Construction tout métal en alliages légers - corps des fûts optiques granités. Finition exemplaire. Prise en main aisée même en fonction de la taille réduite. / Verres traités. Mise au point très précise par molette centrale de 80 cm à l’infini. Très bonne qualité optique confortable en vision nocturne. Sensible au flare. Forte courbure de champ à courte distance. / Collection particulière – Philippe Lefebvre – France".

16 Apparso sul mercato (WestLicht Photographica Auction) nel maggio 2012.

17 "Binoculars 'San Giorgio, Genova - Sestri' (Italy), model Ireos, 3 x 25, Serial Number N° 202835, age years '40s - '50s, in very good conditions, some signs of use and age, very rare and hard to find; dimensions: height (max): 6,5 cm. For more information of the San Giorgio binoculars, look the following internet link: http://uranialigustica.altervista.org/strumentaria/sangiorgio_binocoli.htm. Concluding, a very rare piece, hard to find in this condition". Apparso sul mercato (eBay) nel luglio 2015.

18 Esemplare in collezione privata, Milano, qui presente grazie alla collaborazione dei collezionisti Marco Bensi e Marco Ghirardi. Si tratta di un binocolo militare presumibilmente anteriore al primo conflitto mondiale: la stampigliatura sull'oculare destro "Direz. Art. Arm." sta per "Direzione Artiglieria Armamenti". Telaio in bronzo e ottone. Peso 700g. Ha particolari d'avanguardia, tra cui i paraluce laterali degli oculari e l'alettatura a "fetta di salame" sugli obbiettivi, con funzione antipioggia.

19 A sinistra l'incisione: "SAN GIORGIO / GENOVA-BORZOLI". A destra l'incisione: "ALFA / 8x". Costruito sicuramente prima del 1926: risale presumibilmente alla prima guerra mondiale. Apparso sul mercato (mercado libre - Argentina) nell'agosto 2015.

20 Da una discussione assai interessante in Link esterno Binocoli San Giorgio: censimento dei modelli rari (pagine consultate il 12/8/2013). Il proprietario riferisce: "sul copri prisma sx riporta 'SAN GIORGIO - GENOVA SESTRI' e su quello dx 'ESALMIN 6x24', numero di serie: 78231. Le lenti non hanno trattamenti, la visualizzazione è nitida, riposante e molto piacevole".

21 Apparso sul mercato (eBay) nell'aprile 2012.

22 Apparso sul mercato (eBay) nell'agosto 2013.

23 Apparso sul mercato (WestLicht Photographica Auction) nel maggio 2012.

24 Collezione privata. Il proprietario, Adriano Galeotti, ha gentilmente fornito la descrizione dei suoi binocoli ESA 6x30 – due esemplari – e R. ESERCITO ITALIANO 8x30 – un esemplare (26/4/2014).
"Costruzione in alluminio solida e razionale, adeguata all'uso militare. Alcune caratteristiche peculiari sono le viti nel corpo che bloccano gli oculari, il rivestimento mobile degli oculari stessi, i prismi sovradimensionati e costruiti per il controllo delle luci parassite. Unico neo è il rivestimento, che in situazioni non ottimali tende a staccarsi. Dal primo esemplare ESA 6x30 (matr. 58020) al secondo (matr. 15703/160705) ci sono delle migliorie costruttive, soprattutto nei profili sul corpo di alluminio. La visione è molto piacevole, leggermente calda ma con colori naturali e oggetti ben definiti. È presente un po' di curvatura di campo ai bordi ma l'immagine è molto nitida sul 90% del campo stesso".

25 "Condizioni estetiche con normali segni d'uso, su bordi delle lenti anteriori sono presenti delle usure maggiori [...] Visione senza muffe e senza polvere, ghiera messa a fuoco e movimenti meccanici ok. Lenti con tipica velatura e una scheggiatura interna (non pregiudica la visione) [...] matricola n. 188329". Apparso sul mercato (eBay) nell'agosto 2015.

26 "Binocolo marca San Giorgio - Genova Sestri 8x30 epoca Seconda Guerra Mondiale modello LATAOCTA, buona conservazione delle lenti e della struttura, prismi allineati. Qualche segno del tempo. Oggetto raro da trovarsi". Apparso sul mercato (eBay) nell'agosto 2015.

27 Collezione privata. Il proprietario, Marco Ghirardi, ha gentilmente fornito la descrizione che segue (19/4/2014).
"L'attenzione è subito colpita dalle dimensioni e geometrie particolari del binocolo, che si differenzia da tutta la produzione mondiale in termini di estrema compattezza dell'oggetto, peso contenuto unito a realizzazione meccanica di alto livello, solidissima, e un design unico. È un progetto davvero superlativo, che letteralmente surclassa i contemporanei prodotti di Zeiss, Leitz e Hensoldt di diverse lunghezze e su vari ambiti.
Il progetto del Mega è nato dalle competenze e necessità militari (osservazione contraerea e antisommergibile) acquisite durante il secondo conflitto mondiale, ma sembra poi essere stato finalizzato ad aggredire il mercato civile durante la fase di riconversione industriale del dopoguerra.
L'esemplare riprodotto, matricola 508755, è databile all'inizio degli anni Cinquanta: è un pezzo assai compatto, con una geometria globale e degli scafi ottici molto particolare, costruzione solida e finiture di alto livello.
La comparazione delle prestazioni lo pone a un livello superiore e vincente rispetto a un SRPI 8x30 S1/M.G. High Grade Prism e un BBT Krauss 8x30 312.20 Milli, due tra le ottiche migliori in assoluto del periodo, di produzione francese. In tale confronto mentre la risolvenza, la nitidezza e il contrasto sono comparabili, nel Mega vi è un'assoluta assenza di qualsivoglia dominante cromatica, con una resa del colore totalmente fedele alla realtà osservata. Il San Giorgio risulta inoltre decisamente superiore per il campo fornito che è di ben 170/1000m, molto ben corretto, contro il classico grande campo dei francesi, di circa 150/1000m. L'ottica italiana, nonostante questa supergrandangolarità, riesce a fornire una migliore correzione geometrica al bordo, dimostrando nella prestazione globale la propria superiorità.
Contro poi la migliore produzione tedesca di pari classe Zeiss, Leitz ed Hensoldt, semplicemente «non c'è partita».
L'assenza totale di aberrazione cromatica può essere giustificata solo da una combinazione ottica apocromatica: inquadrando dei tralicci dell'alta tensione a qualche centinaio di metri di distanza, questi trasmettono pure linee di un nero assoluto, senza nulla attorno.
La meccanica dell'oggetto è molto curata, di chiara derivazione militare oltreché molto rifinita a livello tecnico ed estetico. Ad esempio: le viti di chiusura dei piattelli sono annegate nei piattelli stessi e non a rilievo come solitamente si trovano in binocoli di quel periodo o anche più recenti; le ghiere oculari non presentano alcuna vite di tenuta visibile lateralmente, il blocco prismi (sovradimensionato) è dotato di una crociera in acciaio a quattro punti di fermo avvitati, quindi di assoluta affidabilità.
Sebbene in molti pensino e sostengano che ci siano stati scambi tecnici con Zeiss, io penso che la linea di comunicazione fosse anche ben aperta, e forse anche di più, con aziende francesi, soprattutto BBT Krauss e Huet. Trovo infatti più punti di contatto con l'ottica di alto livello transalpina che con quella tedesca. Per i colori, il timbro cromatico, la trasparenza, i trattamenti antiriflesso e altro, sembra più vicino a un BBT/Huet che a uno Zeiss".

28 Collezione privata. Il proprietario, Marco Bensi, ha gentilmente fornito la descrizione che segue (4/7/2014).
"Il binocolo Mega della San Giorgio si distingue nettamente dalla tipologia di binocolo "classico", almeno per l'epoca in cui è stato progettato: ancora oggi stupisce, anzi meraviglia per le sue caratteristiche originalissime di progetto, di estetica, di qualità ottica e anche di praticità di uso e leggerezza.
Purtroppo i documenti storici in mio possesso non aiutano molto, però, avendo una certa esperienza di binocoli del periodo a cavallo delle due guerre mondiali, ho fatto alcune riflessioni che spero trovino concordanza in altri collezionisti, storici ed appassionati dell'ottica ed in particolare del binocolo.
Il Mega è di chiara estrazione militare e per chi ha avuto modo di osservare il binocolo Zeiss Deltar 8x40 che fu prodotto nel periodo bellico della 2ª Guerra Mondiale troverà molte analogie, in particolare sul disegno e costruzione degli oculari che sembrano molto simili.
Sia il Mega che il Deltar sono nati in ambito militare per la caccia antisommergibile o contraerea. Entrambi hanno un campo di osservazione semplicemente incredibile. Il Deltar raggiunge i 190 metri a 1000 metri, ma le dimensioni sono decisamente più imponenti. Invece il Mega, che raggiunge i 170 metri, è quasi un binocolo di dimensioni normali. Il diametro di 30 mm delle lenti anteriori lo inserisce nella gamma degli strumenti molto maneggevoli, ma in compenso ha un ingrandimento di ben 8,5 x.
Il modello in mio possesso, sin dall'acquisto di seconda mano in un negozio in cui era in conto vendita, è in ottime condizioni estetiche, nemmeno il più piccolo graffio su vernice e ottiche, ma l'ho comunque aperto per poter apprezzare il dettaglio costruttivo dei suoi prismi sovradimensionati e del sistema di bloccaggio in sede (mai visto in nessun altro modello, né San Giorgio né di altre marche). Dopo lo smontaggio degli oculari per poter vedere le lenti, si nota lo schema ottico che gli permette di raggiungere queste prestazioni eccezionali. Ma al di là delle questioni tecniche, quello che conta è la prestazione all'osservazione che, sin dalla prima occhiata negli oculari, fa stupire l'osservatore. Chi ha dimestichezza con gli oculari per l'astronomia si sarà imbattuto in oculari che pur avendo massima nitidezza danno l'impressione di vedere oggetti attraverso un tubo; invece altri oculari grandangolari danno all'osservatore la sensazione di entrare "dentro" l'immagine e di farne parte, quasi come una finestra nel cielo. La stessa sensazione la si può apprezzare in questo binocolo ultragrandangolo della San Giorgio (ma anche in altri ultragrandangolari). Io lo utilizzo nel birdwatching, ma il massimo del piacere "fisico" lo ottengo in osservazioni del cielo.
Le lenti sono state trattate per l'antiriflesso: il color violetto-azzurino, sia sugli oculari che sui doppietti frontali, dona un immagine neutra e luminosa. La luminosità, che ovviamente in caso di poca luce dipende anche dalla pupilla di uscita (3,5), sembra dipendere in modo fondamentale dalla trasparenza e qualità del cristallo ottico che ha utilizzato la San Giorgio.
Nell'utilizzo su panorami e astronomia la messa a fuoco separata non crea problemi ma su immagini in movimento è indubbiamente un po' fastidiosa. Questo strumento creato dai progettisti della San Giorgio verso la fine degli anni del secondo conflitto mondiale è stato assemblato nel post dopoguerra, quando la ditta di Sestri era ancora fornitrice di strumentazione militare all'Esercito Italiano.
Mi piace concludere questa piccola valutazione con l'esprimere la felicità e l'orgoglio di essere uno dei pochi possessori di tale gioiello italiano dell'Ottica e della Meccanica di una azienda importante a livello mondiale, che era finita nell'oblio generale... tranne che per pochi appassionati e collezionisti!".

Ulteriori informazioni e immagini sono in: M. Bensi, Binocoli e telescopi Link esterno (25/08/2009), (28/08/2009), (20/11/2009), (22/09/2010), (07/10/2010), (25/10/2010), (13/11/2010), (08/05/2011) (pagine consultate il 5/7/2014).

29 Esemplare in collezione privata, Genova, qui presente grazie alla collaborazione del collezionista Marco Ghirardi.

30 "RARISSIMO BINOCOLO SAN GIORGIO LATALUXER in buone condizioni collimato ma ottiche da pulire, visione grandangolare spettacolare (da confrontare con MEGA 8.5x30; zeiss delactis, sard 6x42); per confronto dimensioni affianco nelle foto un LEITZ BINUX 8X30. Eccellente pezzo da collezione e uso, quotazione impegnativa" (kijiji.it). "Cedo eccellente SAN GIORGIO LATALUXER 8X40 RARISSIMO (visione grandangolare spettacolare da confrontare con mega 8.5x30, delactis zeiss 8x40, sard 6x42) collimato, immediatamente utilizzabile, solo da pulire quotazione impegnativa" (subito.it). "SAN GIORGIO LATALUXER 8X40 RARISSIMO (meglio di mega 8.5x30, meglio di delactis zeiss 8x40, visione grandangolare spettacolare da confrontare con sard 6x42) quotazione impegnativa" (subito.it). Apparso sul mercato nel giugno 2015.

Si veda la successiva discussione San Giorgio Lataluxer 8x40 in Link esterno Passione Binocoli (pagina consultata il 2/8/2015). In estrema sintesi: le sue prestazioni eccellenti sono confermate; è privo di trattamenti antiriflessi; peso 1165 g. Il modello è stato reso noto solo dall'apparire sul mercato di questo esemplare: si tratta di un prototipo o di un prodotto in piccola serie di cui si era persa traccia. Ciò riguarda buona parte della produzione San Giorgio: per fare un solo esempio, l'esistenza del piccolo OCTALMIN è stata resa nota sul web tramite la pagina Documenti sulla San Giorgio nel giugno 2014, ma non ne è ancora apparso alcun esemplare.

31 Apparso sul mercato (eBay) nell'agosto 2013.

32 Dalla discussione citata Link esterno Binocoli San Giorgio: censimento dei modelli rari (pagine consultate il 12/8/2013).

33 Collezione privata. Il proprietario segnala che "Lo stesso binocolo è stato commissionato sia alla San Giorgio che alle Officine Galileo" (24/4/2014).

34 "The Italians also made turret binoculars. These San Giorgio 12+20+40x80 'Astramar' triple eyepiece type were made for the Marina Militaire [Militare] (formed in 1946 from the WW2 Regia Marina). The OG barrels and body are cast in one piece for maximum rigidity, on the lines of Japanese practice. Alteration of the PD is achieved by rotating the top plates which are geared together and carry the eyepiece turrets above and modified Porro II prism units"; A. L. Kay, Notices Link esterno OptRep (pagina non datata, esistente il 20/6/2014).




Per la riuscita di questa pagina è stato fondamentale il contributo del collezionista Marco Ghirardi.



HTML 4.01 Transitional valido!    Day & Night... Night & Day!    CSS valido!
© Riccardo Balestrieri 2004-2017  –  Revisione 3 III 2017  –  Ottiche San Giorgio  –  Industria e astronautica  –  Indice generale  –  Urania Ligustica